Comuni soggetti al Patto di Stabilità, i residui attivi al 31/12 2013 vanno comunicati entro il termine perentorio del 30 aprile 2013

0
208

I Comuni siciliani soggetti al Patto di stabilità dovranno, entro il termine perentorio del 30 aprile 2013, trasmettere, alla Ragioneria Generale della Regione Siciliana, l’ammontare dei residui attivi iscritti in bilancio alla data del 31 dicembre 2012 a fronte di contributi o trasferimenti correnti ed in conto capitale della Regione Siciliana. La ricognizione dei residui attivi, come disposto da Decreto legge 8 aprile 2013, n. 35, sarà finalizzata ad assicurare un puntuale pagamento dei residui passivi in favore degli Enti locali siciliani. Le comunicazioni che, ripetiamo dovranno essere inviate entro e non oltre il 30 aprile 2013, con nota a firma del Sindaco o del Responsabile del Servizio finanziario a mezzo posta elettronica all’indirizzo pattodistabilita@regione.sicilia.it dovranno contenere le seguenti informazioni: – importo dei residui attivi al 31 dicembre 2012 a fronte di contributi o trasferimenti correnti ed in conto capitale della Regione Siciliana; – distinzione per anno di formazione; – natura del contributo/trasferimento e riferimento normativo; – indicazione se trattasi di parte corrente o in conto capitale; – importo riscosso nel corso dell’esercizio 2013. La mancata risposta entro il termine indicato, sarà interpretata quale assenza di residui attivi.