http://livregratis.fr/ - http://club-ebook.fr/ - http://ebooks9.fr/

Consorzi di bonifica e contributi consortili onerosi, l’AnciSicilia chiede l’intervento del presidente Musumeci e del presidente Miccichè

L’agricoltura, da sempre prima risorsa dell’economia siciliana, versa in condizioni pessime. Lo specchio di una situazione di totale emergenza è rappresentato dallo stato dei consorzi di bonifica che, a fronte di servizi non erogati, impongono agli agricoltori canoni altissimi costringendoli in molti casi ad abbandonare le campagne.

Questo uno dei temi affrontati oggi durante il Consiglio regionale dell’AnciSicilia che ha puntato il dito “contro le esorbitanti cartelle che, emesse da Riscossione Sicilia, impongono ai consorziati il pagamento di esorbitanti contributi consortili”.

Ritenuto che le richieste di pagamento stiano determinando un vero e proprio allarme sociale  non solo fra i consorziati ma in tutto il settore agricolo, l’Associazione dei comuni siciliani, su proposta di Giovanni Burtone, sindaco di Militello in Val di Catania, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che sarà inviato al presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, e al presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, in cui si evidenzia la necessità di adottare sollecitamente gli atti legislativi necessari per annullare i ruoli emessi e disporre lo sgravio delle relative cartelle di pagamento unificate”