Costi del sistema integrato dei rifiuti, l’ANCI Sicilia audita, stamattina, dalla Camera dei Deputati

0
237

L’ANCI Sicilia è stata audita, stamattina, in videoconferenza, dall’VIII Commissione della Camera dei Deputati, in merito alle criticità relative ai costi del sistema integrato dei rifiuti in Sicilia.
Nel corso dell’incontro, al quale hanno preso parte il presidente e il segretario generale dell’Associazione dei Comuni siciliani, Paolo Amenta e Mario Emanuele Alvano, sono stati descritti i contenuti del “Dossier” elaborato dall’ANCI Sicilia, che, a seguito di un’analisi dettagliata relativa agli oneri di trasporto, conferimento, trattamento e smaltimento dei rifiuti, evidenzia come il costo dei rifiuti in Sicilia sia triplo, se non quadruplo rispetto a quello sostenuto in altre parti d’Italia.
“Tali costi rischiano di vanificare gli straordinari sforzi degli amministratori siciliani, che sono riusciti ad aumentare progressivamente le percentuali di raccolta differenziata in tutta l’Isola portandola al 65% in 274 comuni su 391”. Hanno dichiarato Paolo Amenta e Mario Emanuele Alvano –
“Tale situazione, sommata alle difficoltà nella gestione e riscossione dei tributi locali – continuano Amenta e Alvano – oltre a determinare un aggravio economico per cittadini e imprese, complica la condizione finanziaria dei Comuni siciliani, che già nella misura di un terzo dei quali si trovano in condizione di dissesto o in piano di riequilibrio”.
“ E’ necessario valutare specifici interventi normativi- conclude il presidente Amenta – che pongano rimedio a situazioni di diseguaglianza e sperequazione fra i cittadini di una stessa nazione e che agevolino la riscossione della TARI”.