Definite le nuove procedure per le dichiarazioni di nascita

0
300

Nuove regole per le dichiarazioni di nascita: le ha definite l’assessorato regionale alla Salute attraverso una direttiva  che fa riferimento alla legge regionale 23/98. D’ora in avanti le dichiarazioni di nascita potranno essere fatte non solo nel comune in cui è avvenuto il parto ma anche nel comune di residenza dei genitori.  Tale provvedimento consente di evitare che nei comuni in cui non esistano strutture sanitarie adeguate si registri una crescita “zero” della popolazione. Coloro che, infatti, risiedono in alcuni piccoli centri della Sicilia, al momento del parto sono costretti a spostarsi in quei territori in cui sono presenti i presidi ospedalieri in grado di offrire un’adeguata assistenza alle mamme e ai neonati. Con le nuove procedure, messe in atto dall’assessorato alla Salute, i genitori non saranno più costretti a registrare la nascita dei propri figli in un territorio diverso da quello in cui poi risiederà l’intero nucleo familiare. “Si tratta – spiega Armando Sorbello, rappresentante dell’Anci Sicilia nella Conferenza permanente per la programmazione socio-sanitaria regionale – di un passaggio importante che, messo a punto dall’assessorato regionale alla Sanità nell’ambito della costruzione della rete dei “punti nascita” nella nostra Regione, renderà più semplici i procedimenti a beneficio del nucleo familiare. La dichiarazione di nascita, infatti, passerà direttamente dalla sala parto al comune di residenza e, subito dopo si potrà procedere all’assegnazione del codice fiscale provvisorio, alla scelta del pediatra e alla messa a punto dei dati statistici generali”.

 circolare ass.to salute