Digitalizzazione del ciclo di vita dei contratti, oltre 600 partecipanti al webinar dell’ANCI Sicilia

0
559

Oltre 600 amministratori, funzionari e dipendenti comunali hanno preso parte, questa mattina, al webinar “L’evoluzione della piattaforma di E-Procurement acquisti in rete, gestita da Consip per conto del MEF, per la digitalizzazione del ciclo di vita dei contratti” che, organizzato dall’ANCI Sicilia, è stato introdotto dal segretario generale dell’Associazione, Mario Emanuele Alvano.

“Con l’incontro di oggi  – ha precisato il presidente dell’ANCI Sicilia, Paolo Amenta – continuiamo la nostra azione di formazione per aiutare i comuni a creare una comunità digitale. Ci troviamo di fronte ad un momento complicato segnato dalla complessa riforma del nuovo Codice degli appalti e all’ingresso del mercato elettronico nella PA con l’obiettivo di creare più efficienza, trasparenza ed economia di spesa. Per questi motivi è necessario che la burocrazia sia formata e informata”.

Dal 1° gennaio 2024, con l’entrata in vigore delle norme previste dal nuovo Codice dei contratti pubblici e dal PNRR – attraverso la riforma “Recovery Procurement Platform” – sulla “digitalizzazione del ciclo di vita dei contratti”, gli appalti pubblici sono interamente digitali e le amministrazioni possono acquisire beni, servizi e lavori esclusivamente attraverso strumenti in un sistema integrato di piattaforme e banche dati centralizzate fra loro interoperabili.

Nel corso del webinar sono state esposte le nuove funzionalità implementate sulla Piattaforma di e-procurement MEF/Consip per la “digitalizzazione del ciclo di vita dei contratti”, spiegando i punti salienti con l’obiettivo di assicurare la massima trasparenza, efficienza e semplificazione nell’assegnazione e gestione dei contratti pubblici in tutte le fasi del processo di acquisto: programmazione, progettazione, pubblicazione, affidamento, esecuzione, accesso alle informazioni e agli atti di gara.

Carla Muliello, addetto stampa ANCI Sicilia