Gestione del ciclo integrato dei rifiuti, incontro ieri a Roma dei vertici dell’Anci Sicilia con il Ministro Galletti. Orlando:”E’ necessario uscire da questa situazione di stallo riavviando il confronto istituzionale tra Ministero dell’Ambiente, Comuni, Sindacati e Regione”

0
118

“Le gravissime difficoltà legate alla complessa gestione del sistema integrato dei rifiuti rappresentano per gli amministratori dei Comuni siciliani, da anni, uno degli elementi di maggiore criticità nella gestione amministrativa e nel rapporto con i cittadini”. Ha dichiarato Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia a margine dell’incontro, svoltosi ieri a Roma, alla presenza del Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, del direttore generale rifiuti e capo di gabinetto del Ministero e del segretario generale dell’Associazione dei Comuni siciliani, Mario Emanuele Alvano.
“A fronte delle gravi carenze, sia sul piano dell’impiantistica presente sul territorio, sia in termini di definizione del piano regionale rifiuti – continua Orlando – vi è la più complessiva difficoltà nella gestione del governo del sistema (ATO, SRR, ARO) e nelle scelte strategiche in materia di personale”. Su questi temi abbiamo trovato nel Ministro Galletti un interlocutore attento e riteniamo che il ruolo del dicastero, da lui guidato, possa essere e debba essere decisivo”.
“Siamo convinti che non vi sia altra via d’uscita che ripartire dal confronto delle diverse istituzioni interessate con le forze sociali”. Concludono Orlando e Alvano. E’ necessario andare oltre lo stato di emergenza e di calamità istituzionale che ha caratterizzato questa fase, impedire che si continuino ad alimentare posizioni private parassitarie evitando le continua mortificazione del ruolo delle Amministrazioni comunali al fine di creare le condizioni per dare ai cittadini servizi efficienti, essenziali per la vivibilità e l’igiene pubblica”.