spot_imgspot_img
HomePrimo PianoIl consiglio regionale dell’Anci Sicilia ha convocato per l’ 8 ottobre l’assemblea...

Il consiglio regionale dell’Anci Sicilia ha convocato per l’ 8 ottobre l’assemblea dei sindaci dell’Isola per valutare nuove forme di protesta

Il Consiglio regionale dell’AnciSicilia, riunitosi questa mattina a Villa Niscemi, ha deliberato di convocare un’Assemblea dei sindaci siciliani per il prossimo 8 ottobre con l’obiettivo di valutare tutte le necessarie azioni di protesta non escludendo di organizzare anche un incontro con il Commissario dello Stato. ordine del giorno
“La situazione di crisi morale, istituzionale ed economica della Regione siciliana – ha ribadito il Consiglio regionale in un documento approvato all’unanimità e presentato all’assessore Valenti nel corso della Conferenza Regione-Autonomie locali, che si sta svolgendo a Palazzo d’Orleans – ha raggiunto un livello di emergenza tale che ha indotto i sindaci a denunciare la situazione di stallo politico-istituzionale in cui versano il governo regionale e l’Ars.
Già in occasione dell’Assemblea del 5 maggio scorso è stato approvato un documento programmatico con il quale è stata evidenziata la gravissima crisi in cui versa il sistema delle Autonomie locali e sono state presentate articolate proposte”.
“In questi ultimi mesi – si legge nel documento – la mancanza di risposte politico-normative in settori strategici per lo sviluppo dell’Isola e l’incertezza relativa alle risorse in favore degli Enti locali ha ingenerato ulteriore confusione sul piano giuridico ed amministrativo di cui i Sindaci e gli Amministratori locali sono stati e sono tuttora vittime. Il cattivo uso dell’Autonomia Speciale di cui gode la Regione siciliana rispetto all’Ordinamento degli Enti locali e al sistema dei rifiuti e delle acque ha contribuito a tale situazione e ci spinge a chiedere l’applicazione della normativa nazionale”.
“Infine, la manifesta incapacità delle Istituzioni regionali ad affrontare i problemi che da anni affliggono la Sicilia ha determinato un crescente senso di sfiducia degli amministratori locali. Per questi motivi lo scorso 5 settembre si è provveduto ad informare su tale stato di cose le più alte cariche istituzionali (Capo dello Stato, Presidenti di Camera e Senato, Presidente del Consiglio dei Ministri, Commissario dello Stato per la Regione siciliana) con una lettera a firma del Presidente Leoluca Orlando, a nome dell’intero Ufficio di Presidenza AnciSicilia.

ARTICOLI CORRELATI

IN EVIDENZA