Manovra Bis, il Presidente Scala alla manifestazione della CGIL: “Le norme introdotte non hanno alcun impatto di natura economica”

0
240

“Bisognerebbe rivedere la formulazione della manovra tenuto conto della proposta avanzata dagli enti locali, che si sono detti disponibili a procedere all’auto-riforma dell’ordinamento che li riguarda”. Lo ha detto Giacomo Scala, presidente dell’AnciSicilia, che questa mattina ha preso parte  allo sciopero generale di otto ore, indetto dalla Cgil, per protestare sui contenuti della manovra, all’esame dell’Aula del Senato. “I tagli previsti sulle autonomie – ha continuato Scala – vanno senza dubbio rivisti. Così come sono avranno solo un impatto negativo soprattutto sui servizi ai cittadini e sugli investimenti. Si rischia di innescare una recessione irreversibile”. “Quello che, inoltre, contestiamo al governo nazionale – ha concluso il presidente dell’Associazione dei comuni siciliani – è l’introduzione di norme ordinamentali che non hanno alcun impatto di natura economica. Noi riteniamo, come abbiamo detto più volte, che queste nuove disposizioni dovrebbero far parte di una riforma più complessiva collegata all’adozione della “Carta delle Autonomie locali” cui sarebbe affidato il compito di riunire e coordinare sistematicamente le disposizioni statali che disciplinano le amministrazioni locali”.