Naufragio di Lampedusa, il cordoglio dell’AnciSicilia

0
273

“A pochi giorni dall’ultima tragedia del mare, ci ritroviamo a contare le vittime dell’ennesimo naufragio a poche miglia dalla Sicilia. È inaccettabile che nel 2013 possano viaggiare carrette fatiscenti con a bordo centinaia di persone nell’indifferenza generale”.
Il vice presidente vicario dell’AnciSicilia, Paolo Amenta,e il segretario generale Mario Emanuele Alvano, commentano quanto accaduto al largo di Lampedusa.
“Esprimere il doveroso cordoglio a nome di tutti i comuni siciliani – continuano Amenta e Alvano – per i morti non basta a togliersi colpe e responsabilità. Per questo motivo se da un lato chiediamo ai sindaci della nostra Isola di issare le bandiere a mezz’asta in segno di lutto e di rispetto per queste morti ingiuste, dall’altro riteniamo che sia giunto il momento in cui il governo nazionale e regionale intervengano con la dovuta fermezza nei confronti dell’Unione Europea affinché quest’ultima, assumendosi le proprie responsabilità, non lasci più da sola l’isola di Lampedusa e intervenga con mezzi e risorse adeguati ad impedire che tragedie di tali proporzioni si possano ripetere in futuro”.