PNRR e avvisi sulla transizione digitale, ANCI Sicilia: “Una Pubblica Amministrazione efficace deve saper supportare cittadini e imprese con servizi sempre più performanti e accessibili”

0
595

Degli avvisi del PNRR in materia di transizione digitale e delle misure di interesse degli enti locali si è parlato stamattina nel corso dell’incontro, in videoconferenza, organizzato dall’ANCI Sicilia e dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
L’evento, introdotto e coordinato dal segretario generale dell’ANCI Sicilia, Mario Emanuele Alvano, ha registrato la presenza di circa 150 rappresentanti dei comuni siciliani e ha visto la partecipazione di Paolo Petralia Camassa, assessore all’innovazione del Comune di Palermo, Vincenzo Lo Piccolo, rappresentante della Regione per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale insieme a Chiara Daneo, Daniele De Bernardin, Luca Rigoni e Michele Vitiello in rappresentanza del dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sulle risorse del Pnrr per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione.
“Una Pubblica Amministrazione efficace deve saper supportare cittadini e imprese con servizi sempre più performanti e accessibili, di cui il digitale è un presupposto essenziale” Ha dichiarato Mario Emanuele Alvano, segretario generale di ANCI Sicilia.
“La digitalizzazione delle infrastrutture tecnologiche e dei servizi pubblici è un impegno non più rimandabile e una grande opportunità per il futuro, nonché l’unica soluzione in grado di accorciare le distanze tra enti e individui, riducendo i tempi della burocrazia”. Ha aggiunto Alvano.
Nel corso dell’incontro sono state presentate le misure del PNRR dedicate a supportare la transizione digitale delle PA locali, descrivendo in particolare le modalità attraverso le quali gli enti potranno accedere ai fondi, realizzare gli interventi previsti e su come rimanere aggiornati sull’apertura degli avvisi.
Nel corso della videoconferenza è stata illustrata la strategia di “Italia digitale 2026” la quale include importanti investimenti per garantire la copertura di tutto il territorio con reti a banda ultra-larga, diffondere l’identità digitale, colmare il gap di competenze digitali nell’intera nazione e incentivare le P. A. italiane a utilizzare servizi in cloud e ad erogare i servizi pubblici essenziali online.
Nel corso dell’evento è stata, inoltre, presentata la piattaforma digitale  che consentirà alle amministrazioni di richiedere i fondi del PNRR dedicati alla transizione digitale, rendicontare l’avanzamento dei progetti e ricevere assistenza.

Link:  https://padigitale2026.gov.it/5