Sequestro del MUOS da parte della Procura di Caltagirone, l’AnciSicilia parteciperà alla manifestazione di sabato 4 aprile a Niscemi

0
158

“Il provvedimento emesso dalla Procura di Caltagirone, che ha ordinato il sequestro del sistema di comunicazione satellitare MUOS di Niscemi conferma le perplessità che, come AnciSicilia, abbiamo più volte espresso, nei mesi scorsi, intervenendo a sostegno della campagna avviata dal Comitato No Muos e dai Sindaci dei territori coinvolti, a tutela dell’ambiente e della salute dei nostri cittadini”, ha dichiarato Leoluca Orlando presidente AnciSicilia.
“Confermiamo la nostra presenza alla manifestazione programmata per sabato 4 aprile prossimo, a Niscemi, alla quale parteciperanno anche numerosi sindaci siciliani – continua Orlando – ed evidenziamo che, a prescindere dalla vicenda giudiziaria, è importante ribadire il valore della salvaguardia del nostro territorio, del nostro ecosistema marino, della nostra salute e della salute dei nostri figli”.
“La nostra Isola – conclude il Presidente dell’Associazione dei Comuni siciliani – ha una vocazione naturale per il turismo e il suo sviluppo non può essere compatibile con scelte quali il MUOS o le trivellazioni”.