http://livregratis.fr/ - http://club-ebook.fr/ - http://ebooks9.fr/

Una nuova Agenda Europea per la cultura e per i beni culturali. Convegno Anci il 5 e 6 aprile ad Agrigento.

 “Una nuova Agenda europea per la Cultura e i Beni Culturali”  questo il titolo di un convegno sul ruolo dell’economia culturale e creativa nello sviluppo urbano e territoriale organizzato dall’ANCI per i prossimi 5 e 6 aprile ad Agrigento. Alla due giorni parteciperanno amministratori, operatori di settore ed autorità politiche italiane e straniere.

programma-definitivo-AG-5-6-APRILE

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto per il rafforzamento della governance multilivello nella formazione e attuazione delle politiche europee. Nel pomeriggio del 5 aprile i lavori saranno aperti dai saluti istituzionali del sindaco Firetto, del sindaco di Palermo e presidente Anci Sicilia, Leoluca Orlando, del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, e del direttore  generale dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, Antonio Caponnetto.. La relazione introduttiva sarà affidata a Enzo Bianco, presidente del Consiglio nazionale Anci e vice presidente del Comitato delle Regioni. Interverranno anche Gaetano Armao, vice presidente della Regione Sicilia, il sindaco di Mantova e delegato Anci Cultura, Mattia Palazzi, il sindaco di Catania Salvatore Pogliese.

Tra gli altri interventi quelli di Veronica Nicotra, segretario generale Anci, e dei sindaci delle Capitali europee della Cultura 2019, per Matera, Raffaello De Ruggieri, e per Plovdiv, Ivan Totev. Delle esperienze di collaborazione strutturata tra musei, beni culturali e gli altri settori della cultura e della creatività per lo sviluppo parleranno  la presidente BJCEM – Biennale giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo, Dora Bei  e Evelina Christillin, presidente del Museo Egizio di Torino. In parallelo si svolgeranno workshop sull’azione delle città per la crescita culturale dei territori e sull’impresa culturale e il terzo settore.

Concluderanno la due giorni il presidente Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, e il ministro per il Sud, Barbara Lezzi.