Catania si candida come sede del Frontex nel Mediterraneo

0
207

Il Sindaco di Catania, Enzo Bianco, accoglie l’appello del presidente Napolitano e candida la città come sede del Frontex nel Mediterraneo. L’Amministratore siciliano in una lettera aperta inviata al presidente del Consiglio dei ministri Enrico Letta, al ministro degli Esteri Emma Bonino, al presidente della Commissione europea Jose’ Manuel Barroso, al presidente di turno dell’Unione europea Dalia Grybauskait e al presidente del Parlamento europeo Martin Schultz, sottolinea  come sia “di tutta evidenza che l’Agenzia Frontex”, con sede a Varsavia, “non può non avere un avamposto nel Mediterraneo”. Da qui la candidatura di Catania, “città servita da un importante aeroporto, ben collegato con tutt’Europa, e da un porto di grande rilievo, che fanno sistema con altri porti (Augusta e Pozzallo) e aeroporti (Sigonella e Comiso) a breve distanza”.
“Come Comune di Catania – ha spiegato Bianco – abbiamo voluto raccogliere l’appello del Presidente Napolitano che ha chiesto di dare al Frontex mezzi adeguati per operare senza indugio nel Mediterraneo. Noi, per collaborare attivamente, siamo disponibili a destinare un immobile nel centro storico cittadino come sede dell’Agenzia”.