spot_imgspot_img
HomeComunicati StampaIntimidazione al sindaco di Licata, la solidarietà dell'AnciSicilia

Intimidazione al sindaco di Licata, la solidarietà dell’AnciSicilia

“Non è concepibile che i neo amministratori debbano fronteggiare problemi irrisolti da decenni, addossandosi responsabilità enormi a fronte dell’inerzia delle istituzioni e senza che nessuno si preoccupi di tutelare la loro incolumità”.

Lo hanno detto Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, rispettivamente presidente e segretario generale dell’AnciiSicilia, commentando la notizia dell’atto intimidatorio subìto da Angelo Cambiano, sindaco di Licata.
“Non si può chiedere ai primi cittadini di fare gli eroi – aggiungono Orlando e Alvano – ma è necessario intervenire, anche con misure straordinarie, facendo sì che il necessario rispetto delle regole sia accompagnato da adeguati interventi sul piano della sicurezza e del sostegno sociale ed economico”.
“Nel Mezzogiorno – concludono il presidente e il segretario generale dell’Associazione dei comuni siciliani – è a rischio il patto sociale tra cittadini e istituzioni e non è pensabile che l’unica garanzia per preservarlo debbano essere i sindaci, gli stessi che hanno saputo tenere unite le proprie comunità durante questa crisi profonda, malgrado responsabilità sempre più gravose e risorse sempre più limitate”.

ARTICOLI CORRELATI

IN EVIDENZA