Oggi l’assemblea dei sindaci siciliani. Il 14 settembre conferenza stampa all’ARS

Un documento contenente le proposte da sottoporre alle forze politiche in vista delle elezioni nazionali e regionali del 25 settembre e per chiedere che le tematiche collegate alle autonomie locali siano al centro del confronto elettorale e oggetto di impegno in vista dei prossimi 5 anni: questo il risultato dell’assemblea dei sindaci siciliani convocata dall’ANCI Sicilia e svoltasi questa mattina.

“Ai candidati regionali e nazionali – hanno spiegato Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale dell’Associazione dei comuni siciliani – chiediamo un’assunzione di responsabilità e di impegni per il sistema delle autonomie locali e un confronto basato sulla parità di condizioni istituzionali al di là delle appartenenze politiche”.

“Gli ultimi dati ufficiali – ha concluso Orlando- sono sconfortanti: circa 300 comuni dell’Isola non hanno approvato i bilanci di previsione 2022. Si tratta di un’emergenza che conferma la disattenzione della Regione e del Governo nazionale rispetto alle problematiche delle amministrazioni. Se da un lato il Fondo della autonomie locali è stato ridotto di quasi un quarto rispetto ad alcuni anni fa, bisogna sottolineare che se permane questa condizione di sofferenza dei comuni il PNRR rimarrà fuori dalla Sicilia. A questo bisogna aggiungere che gli organi nazionali continuano a sottovalutare le criticità determinate in Sicilia da una discriminatoria attuazione del federalismo fiscale e dai soffocanti accantonamenti legati al Fondo crediti di dubbia esigibilità. Inutile dire che tutto questo provocherà un aggravarsi della crisi economica ed un impoverimento progressivo delle comunità”.

I contenuti del documento saranno illustrati mercoledì 14 settembre alle 11 durante una conferenza stampa che si svolgerà nella Sala Pio La Torre all’ARS.

Carla Muliello, addetto stampa ANCI Sicilia – tel. 334 9800242