RAPPORTO IFEL SUI “DATI DEI COMUNI”. INCIDONO SOLO PER IL 7,6 PER CENTO SULLA SPESA PUBBLICA TOTALE

0
223

I Comuni rappresentano solo il 7,6 per cento della spesa pubblica totale, questo è emerso dal Rapporto IFEL elaborato sui dati ISTAT inerenti i  “Conti dei Comuni”. Il debito dei Comuni, infatti,   pesa soltanto per il 2,5 per cento sul debito totale della Pubblica Amministrazione ed evidenzia una incidenza irrisoria rispetto alla situazione debitoria che riguarda le Amministrazioni centrali dello Stato. I Comuni hanno contribuito, infatti, al risanamento della finanza pubblica negli anni tra il 2007 ed il 2014 per circa 16 miliardi, 8 miliardi e 700 milioni in termini di patto e quasi 7 miliardi e mezzo di riduzione dei trasferimenti. Infatti i Comuni nel 2012 presentano un avanzo ( differenza tra le entrate e le spese ) pari a 1 miliardo e 667 milioni, corrispondente al 2,57 percento delle entrate. Al contrario lo Stato registra un deficit di 52 miliardi, pari al 13,26% delle entrate. Il prezzo del risanamento è stato pagato fino ad oggi dai Comuni che, non solo hanno subito tagli ai Trasferimenti, ma subiscono pesantemente la contrazione degli investimenti per più di 4 miliardi, pari a una riduzione del 28% nel periodo 2007/2012.