Sviluppo Locale. Il Direttivo dell’AnciSicilia incontra il Prof. Robert Leonardi

0
261

Si è svolto il 28 gennaio 2009, presso i locali dell’AnciSicilia a Palermo un importante incontro fra il Comitato Direttivo dell’AnciSicilia, presieduto dall’On. Diego Cammarata e il Prof. Robert Leonardi, Direttore generale della Programmazione della Regione Siciliana. Sono intervenuti all’incontro, fra gli altri, il Dr. Salvatore Messana, Sindaco di Caltanissetta, l’On. Raffaele Stancanelli, Sindaco di Catania, il dr. Roberto Visentin, Sindaco di Siracusa e il Dr. Marco Zambuto, Sindaco di Agrigento, al fine di discutere sul Piano Operativo – ASSE 6 – dello Sviluppo Urbano Sostenibile (Programmazione FESR 2007-2013). Il Prof. Leonardi ha illustrato i contenuti del Piano con le relative proposte di linee-guida per l’attuazione dell’Asse VI ‘Sviluppo Urbano sostenibile e la novità fondamentale emersa dalla sua relazione consiste nella creazione di un numero (fino a 24) di Acot (Aggregazioni di coerenza e coesione territoriale) che saranno programmate dalla Regione Siciliana, coordinate dalle Province e avranno i Comuni come enti proponenti che eleboreranno i progetti da presentare inderogabilmente i entro il termine del 31 luglio 2009.
Grande importanza è stata data alla novità che non ci saranno bandi comunitari ma si potrà accedere ai finanziamenti tramite accordi di programma tra enti che faranno parte degli ACOT e la Regione Siciliana. Ulteriore novità è costituita dal ruolo di coordinamento che dovrebbero assumere le province regionali nell’ambito dell’attuazione del piano operativo dello sviluppo urbano sostenibile.
Nel corso della riunione il Presidente Cammarata di concerto con gli altri Sindaci presenti ha evidenziato il fondamentale ruolo dei comuni come motori dello sviluppo locale ma ha mostrato la propria perplessità in ordine alla attribuzione alle province della formulazione dei piani strategici.
Nel corso degli altri intervernti si sono evidenziati, soprattutto i seguenti punti:
– la vitalità dell’ articolazione delle città metropolitane, delle aree urbane e dei comuni medi e piccoli al fine del pieno sviluppo delle potenzialità del sistema Sicilia;
– la governance multilivello tra Regione, Province e Comuni da finalizzare alla piena valorizzazione delle competenze specifiche di ciascun livello a partire dalle capcità progettuali, di gestione e dei reali livelli di pianificazione strategica;
– le proposte della programmazione integrata dell’Asse VI devono essere precisate anche in coerenza alle esperienze più valide avutesi in questi anni soprattutto in termini di aree territoriali e di coalizioni espresse.
Il Comitato direttivo ha evidenziato la necessità di costituire una cabina di regia comnprendente i rappresentanti delle tre istituzioni e cioè Regione, Provincia e Comune per creare una governance multilivello . A questa riunione seguiranno, nel corso del mese di febbraio, nove seminari territorial, uno per ogni provincia, nel corso dei quali il d Prof. Leonardi chiarirà i contenuti e le proposte per l’attuazione dell’ASSE VI Sviluppo Urbano sostenibile.